Inquinamento acustico, visivo, ambientale non sono mai amici di un adeguato livello di qualità della vita .

L’autostrada però necessariamente attraversa territori più o meno urbanizzati. Oggi fortunatamente le nuove tecnologie costruttive permettono di realizzare infrastrutture che si inseriscono perfettamente nel paesaggio che le circonda.

Il nostro lavoro è dunque quello di limitare i danni all’ambiente provenienti da rumori e polveri, di proteggere la fauna e di preservare la flora locale.

Come? Innanzitutto posizionando barriere antirumore realizzate con materiali di ultima generazione…alcune di queste poi sono veramente molto belle !

Anche la posa di un asfalto corretto garantisce il contenimento della rumorosità oltre a migliorare ulteriormente la sicurezza e il confort di chi viaggia limitando il fastidioso rumore di fondo.

In caso di avvio di nuovi lavori siamo noi i responsabili di un accurato monitoraggio ambientale effettuato sul territorio prima dell’avvio dei lavori, durante la costruzione dell’opera e al termine dell’intervento, per assicurare il mantenimento costante del migliore equilibrio ambientale e, di conseguenza, di un adeguato livello di qualità della vita per chi, in quel territorio, ci vive e ci lavora.

Siamo dunque certi di dare un piccolo ma comunque prezioso contributo alla tutela del territorio!

Questo video racconta di noi…!

Vedi anche: A4 Venezia Trieste. L’ambiente in primo piano
Anche l’occhio vuole la sua parte ….

145.000 esemplari di specie arboree e arbustive piantate lungo A28 e A34 e nel primo lotto della terza corsia

Entro l’autunno 2020 è prevista la piantumazione di altre 50.000 piante nel terzo e quarto lotto che sono attualmente in costruzione.

To Top